BURBERRY

Il marchio Burberry è uno dei più celebri al mondo, specialmente per la sua fantasia tartan. In realtà, la sua fama è dovuta anche ad altre invenzioni che hanno reso la maison una delle case di moda più di successo a due secoli dalla sua creazione. Brand inglese per antonomasia, è oggi l’emblema dello sporty-chic.

Le origini

Nel 1856 Thomas Burberry fonda a Basingstoke (Hampshire) la sua casa di moda. Il primo obiettivo? Creare dell’abbigliamento a prova di clima britannico. Nel 1879 vede la luce la sua prima invenzione famosa: la gabardine. Si tratta di un tessuto traspirante e impermeabile, molto più comodo ed elegante di quelli conosciuti fino a quel momento. Infatti fu presto usato per delle spedizioni ai poli e per la scalata dell’Everest di Mallory. Burberry iniziò quasi da subito a rivolgersi ad una clientela altolocata, con materie prime ricercate e tagli di grande eccellenza.

Nel 1912 nasce un’altra grande creazione a marchio Burberry: il cosiddetto Tielocken. Predecessore del trench, era lungo fino alle ginocchia, aveva un solo bottone e una cintura in vita e veniva usato negli sport all’aperto. Durante la prima guerra mondiale, la Corona inglese commissionerà a Thomas Burberry un tielocken per l’esercito. Il suo disegno verrà reso funzionale per i soldati con l’inserimento di agganci per gli accessori militari, anelli per le granate e pattine frangivento e anti-pioggia. Da quel momento verrà chiamato “trench coat” (ovvero “cappotto da trincea”). Molte di queste caratteristiche sono ancora oggi presenti sui capi prodotti. Successivamente l’indumento sarà utilizzato anche nella vita di tutti giorni e il suo successo sarà consacrato dal cinema.

Il tartan

Solo negli anni ’20 nascerà il celebre motivo tartan: sfondo beige e linee in nero, rosso e bianco. Insieme al logo del cavaliere equestre, è una delle icone del brand. Questa fantasia, usata inizialmente come fodera dei capi antipioggia, venne poi utilizzata anche in accessori e altri vestiti. Per quanto riguarda il logo, Riccardo Tisci, direttore artistico della maison dal 2018, lo ha di recente modernizzato.

Il marchio Burberry, a partire dagli anni 2000, si impegna in azioni sociali. La sua Fondazione è oggi un ente di beneficienza indipendente. Inoltre Burberry è stato il primo marchio a proporre lo streaming in diretta di una sfilata e ad aver creato delle collezioni “Ready-to-buy“, ovvero subito acquistabili dai clienti dopo lo show. Nel 2012 ha lanciato la sua sfilata Primavera/Estate Donna su Twitter, con immagini dei look postate pochi secondi prima della loro apparizione in passerella. Infine, decorando il suo tartan con i colori dell’arcobaleno si è recentemente schierato a favore della comunità LGBTQ+ di tutto il mondo, sostenuta anche attraverso donazioni.